ATTENZIONE:

Contenuti per adulti

Questo sito web contiene materiale sessuale esplicito non adatto ai minori. Devi avere almeno 18 anni o la maggiore età nel tuo Paese di residenza, per poter accedere. I minori sono esclusi da questo sito e devono uscire.
Accedendo al sito: dichiari di avere più di 18 anni e sollevi da qualsiasi responsabilità il creatore del sito, il suo titolare e il provider che lo ospita, infine dichiari che il luogo in cui sei, ti permette di poter vedere contenuti per adulti.

Che ruolo ha il tantra nel sesso e perché è importante

Il tantra nel sesso: che ruolo ha e perché?

Negli ultimi settemila anni di storia, il Tantra è passato dall'essere una filosofia orientale fatta di connessioni spirituali, importanti riflessioni personali, comunione di corpo e anima, a un semplice argomento sessuale, relegandolo a particolare fantasia sessuale e poco più.

Per la fama che il Tantra ha ottenuto nelle culture occidentali, si possono trovare ad oggi persone che sostengono di aver provato ad utilizzare i precetti tantrici fra le lenzuola, avendo ottenuto scarsi o nulli risultati, se non qualche divertente aneddoto. Il Tantra è invece un potenziale che, se ben utilizzato, può evolvere e anche di parecchio qualsiasi rapporto, risvegliando sensazioni a lungo perdute e facendo ritrovare con il partner sensazioni perse da tempo.Il Tantra è una via per ritrovare il proprio sé, la propria autoconoscenza. Bisogna prima capire bene sé stessi per poter provare ad entrare in comunione con l'altro, questa è la base di ogni concetto tantrico e anche la cosa più difficile da realizzare, perché richiede autoanalisi, tempo e molta pazienza per imparare a conoscersi davvero.
Il corpo nel Tantra è un tempio, così che il sesso non diventi soltanto un semplice atto carnale, ma venga anzi portato su una dimensione spirituale, dove il semplice atto fisico possa rivelarsi molto più carico di sensazioni e sentimenti di qualsiasi altro momento.

Una forma di meditazione, se così la vogliamo chiamare.Chiunque voglia quindi raggiungere un'esperienza che vada ben oltre la semplice "immediatezza" del momento, ha bisogno del Tantra, persino inconsciamente. Quando, ad esempio, troviamo quella che definiamo la nostra "anima gemella", è pressoché automatico entrare in contatto spiritualmente durante il sesso, mettendo a nudo le nostre passioni, gli istinti e condividendo l'energia spirituale, sebbene in maniera completamente inconscia. Studiare il Tantra significa capire il perché delle sensazioni, dello smettere di inseguire uno scopo nei momenti intimi e godersi la pura liberazione, integrando la realtà oggettiva con gli aspetti più spirituali e persino cosmici del nostro essere.

Il Tantra e gli incontri: caos ordinato?

Sono nati, sul web, molti siti dove si cerca con una certa precisione coloro che si sono interessati del Tantra e del mondo spirituale connesso a questa filosofia. Ad esempio il sito tantralux.com è stato creato esattamente con questo scopo, lasciando i propri utenti liberi d'interagire e trovare il loro equilibrio.Nella disciplina filosofica del Tantra esiste un certo "caos ordinato": gli istinti dell'Uomo sono essenziali, così come il cibo e l'acqua. Ciò che è contenuto nel microcosmo umano, nei nostri corpi, non è altro che la manifestazione di ciò che accade nel macrocosmo dell'Universo, motivo per cui nulla è davvero casuale, ma una conseguenza.

Nessun oggetto sessuale, nessuno scopo occulto e tantomeno "impuro", il Tantra è un modo diverso di percepire sé stessi e le azioni carnali che solitamente vengono svuotate di significato.Nella filosofia del Tantra, si distinguono esseri femminili e maschili: Yang e Yin, magnetismo e elettricità, per armonizzare i sensi e, attraverso le anime, raggiungere l'Assoluto. Un'esperienza che passa in ogni muscolo: la colonna vertebrale ad esempio è accostata all'albero della vita, con le radici rivolte verso il mondo sotterraneo e i rami tesi verso il Paradiso.

Alla base dell'albero vi è il Serpente del Potere, che quando risale diventa "kundalini", diventando Spirito una volta raggiunta la cima. Il suo percorso è reso possibili dalla condivisione di energie spirituali, vivendo l'attimo appassionatamente e controllando rigorosamente l'intensità delle emozioni.

Esercizi e preparazione tantrica

Tuttavia, prima di lanciarsi nell'utilizzare con successo i precetti tantrici nelle proprie esperienze, è necessaria una preparazione doverosa, spirituale e fisica. Esercizi per allenare muscoli solitamente ignorati e presa di coscienza del sé sono la base, con massaggi e altre pratiche da realizzare anche con il proprio partner. Non fermiamoci alle apparenze: il Tantra è nata migliaia di anni fa e, in questo tempo, sono stati molti coloro che ne hanno compreso le vere potenzialità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *